Effettuare la ricerca di anteriorità non è un vero e proprio obbligo per chi DEPOSITA UN BREVETTO oppure REGISTRA UN MARCHIO. Accertarsi, però, che non ne esistano di simili o identici al proprio, sarebbe comunque auspicabile, anche se in realtà sono davvero in pochi a svolgere questo tipo di indagine, sia per la difficoltà della stessa, sia perché in molti sono convinti che tale onere competa al Ministero dell’industria e commercio.

In realtà, in Italia, i brevetti e i marchi vengono concessi senza alcun esame preventivo per cui, da questo punto di vista, non garantiscono minimamente l’inventore. Per avviare una ricerca preventiva si possono seguire diverse strade. Presso alcuni uffici UPICA, che si trovano nelle Camere di Commercio di ogni Provincia, è possibile farne una consultando la Banca dati nazionale  svolgere, a costi molto contenuti, un’indagine abbastanza veritiera su quelli già esistenti.

Questo tipo di indagine, tuttavia, non offre molta sicurezza e lo stesso ministero avverte della incertezza dei dati che potrebbero risultare incompleti e aleatori. Anche nella migliore delle ipotesi, una ricerca svolta sulla Banca dati nazionale non offre alcuna garanzia per il solo fatto che essa contiene solo brevetti e marchi italiani mentre mancano tutti quelli depositati nelle altre parti del mondo che potrebbero comunque togliere novità al nostro trovato o avere un riflesso sul territorio nazionale.

Certo, una ricerca presso l’UPICA è comunque meglio di niente e nel caso in cui si palesi un brevetto già esistente risparmieremo tempo e denaro mentre, anche se non risultasse alcuna anteriorità, il dato in se non basterà a farci stare tranquilli. Per una ricerca seria e approfondita, quindi, bisogna rivolgersi a una organizzazione specializzata come la nostra che per per questo servizio utilizza banche dati internazionali di circa 40 stati.

Un’indagine di tal genere, svolta a pagamento, viene garantita intorno al 90%, ed è l’unica che possa offrire all’inventore un quadro pressoché completo dello stato della tecnica relativo al trovato da lui ideato o una panoramica sui marchi molto attendibile.

Per qualsiasi chiarimento, o per avere solo un preventivo, potete contattarci via E-Mail all’indirizzo: info@ufficio-brevetti.it, telefonarci allo 0587 734105 – Cell. 349 7420601, oppure venirci a trovare nel nostro studio, previo appuntamento, per esporci il vostro problema. La prima consulenza è sempre gratuita!

Per affidarci un incarico potete utilizzare l’apposita sezione “UFFICIO VIRTUALE” dove troverete i vari moduli, programmi, recapiti e tutto il necessario per iniziare in modo professionale le relative pratiche. Per richiedere invece una semplice consulenza compilate e spedire l’apposito MODULO ELETTRONICO.

N.B. Le rappresentanze presso l’U.I.B.M. (Ufficio Italiano Brevetti e Marchi), le consulenze legali, le cause di contraffazione, vengono esclusivamente seguite e curate da professionisti iscritti ai rispettivi albi professionali.

Per informazioni chiama i numeri 0587 734105349 7420601